Grazie per il sostegno morale…

E’ una speranza sapere che esistono persone intelligenti e sensibili.

Non importa che siate credenti o meno. Noi siamo stati aiutati in parte da gente non credente che si é dimostrata più autentica di tanti finti cristiani. 

Questa è una pessima testimonianza, specie per il luogo di fede dove vivevamo, tanto che non c’era nessuna compassione nemmeno per la sua figura. Per questa ipocrisia li aveva già rimproverati  2000 anni fa Gesù.

Per questo oggi posso solo affermare: Sacerdoti? Ce ne sarà rimasto qualcuno?

Qualcuno che non si limita solo ad annuire passivo e menefreghista, mentre la disperazione negli occhi dell’altro senza fare niente?

Non so se ne esistono ancora! Ce ne sono diversi che  portano solo il vestito, ma di autentici interiormente ed esteriormente non ne vedo l’ombra. Quelli che conoscevo, che credevo fossero autentici, sono diventati duri come le statue: freddi e senz’ anima. Non mi sento nemmeno di volerli frequentare ancora, perchè sono troppo ferita dalla sufficienza e la presunzione di certi sragionamenti!!

Qualche momento presa dall’impeto, faccio un atto di fede e tento un dialogo, per poi rimanere nuovamente delusa.

C’è chi fa i complimenti solo per tenerti alla larga. Devi essere lobotomizzata… devi fare finta che ti accontenti di morire in silenzio, lontano dalle loro coscienze e  dalle loro porte.  Inutile parlare da sola… Io vedo oltre, la loro fasulla cortesia è una condanna, questo dono naturale o spirituale che sia é orrendo mi fa vedere oltre le apparenze, preferirei non capire…

Dio mi perdoni, ci saranno anime migliori, ma non in questa zona geografica, se Dio vorrà mi farà incontrare qualche anima vera. Sono stanca di tentare di far capire a questi bronzi  che mi guardano con sufficienza, che sono ancora in torto, sono cosi convinti  di avere la verità in tasca e si autogiustificano, invece di riparare al male commesso.

A forza di pregare diventerò la loro condanna, perchè Dio NON ci chiede di perdonare perché l’altro si senta al sicuro di esserserla cavata, ma solo per non dare spazio al rancore. Mentre la giustizia invece DEVE trovare soddisfazione, perchè il problema ancora sussiste e invece su questo loro fanno finta di non capire, perciò come dice Gesù: la loro colpa rimane.

A voi potranno dire quello che vi piace sentire, o che vi hanno inculcato per giustificarsi, ma  non è la Verità e quando lo capirete sarà troppo tardi. Dio osserva e giudica, non sfuggiranno…

Si credono esenti e innocenti dal dover intervenire, mentre il padre si sentiva colpevole al loro posto, perchè ha visto cosa hanno provocato con quell’atteggiamento di pregiudizio nei miei riguardi ed i suoi e a causa del deserto che mi fecero intorno parlando male continuamente mi fecero perdere occasioni di lavoro determinanti. Il padre ha preso coscienza che a causa loro non avrei avuto occasioni per risollevarmi, e rafforzarono la sua determinazione a non abbandonarmi fino a che non avesse risolto questa situazione.

Si sono comportati come una mafia, non come discepoli di Francesco.

Una volta i frati erano quelli che aiutavano e intercedevano perchè le persone avessero un futuro, mentre incontrarli oggi può diventare la peggiore disgrazia.

Che Dio lo sapesse? Per questo lo ha sostenuto… Leggendo le pagine del diario si delinea con certezza che tutto questo non é successo per caso…

Non sanno discernere, non sanno valutare, non conoscono la verità, non dialogano,

immaginano…

La vicinanza del padre era prevalentemente spirituale, ma la guerra dell’Ordine Cappuccino la fece diventare pure economica, lui voleva rendermi autonoma, ma sembra che a qualcuno desse fastidio che portasse a compimento questo obbiettivo, per una questione di contrasto con i superiori che volevano un obbedienza cieca, senza alcuna risoluzione.

Ecco perchè alla fine doveva fallire, perchè non si era piegato al loro volere.

Potranno rimanere impenitenti, sperando che mi stanchi, ma io pur essendo incapace di scrivere, ma non di ragionare, finchè non otterò giustizia continuerò a denunciare, e parlerò con tutti!! E diventata la mia ragione di vita e non potrei fare diversamente, e loro sanno il perchè!!!

E più mi addentro nella sua vita più comprendo che questa storia non deve rimanere ignota, nessuno dimentichi che cosa fanno i SUPERIORI  a coloro che Dio genera, VOCA per il BENE  di TUTTI!!!

Perchè non sono stata la sola a godere del privilegio della sua presenza.

Come potrei mai dimenticare un servo cosi autentico, come potrei non benedire sua madre per averlo generato, e pregare per i santi che lo hanno incoraggiato al sacerdozio. Diceva bene un suo insegnante: non importa se sei carente nella tal materia, noi abbiamo bisogno di buoni sacerdoti.

Che sia benedetto, chi gli ha dato fiducia!

G.M

Lascia un commento

Solve : *
27 × 18 =


WordPress spam blocked by CleanTalk.