Se metteranno a tacere… grideranno le pietre

Mentre una volta i sacerdoti avrebbero dato la vita per salvare un anima, oggi si accaniscono in massa a rovinartela. Come cani sulla preda, e completamente coscienti di quello che fanno!!

E mentre un tempo c’erano santi che non dormivano la notte per salvare le anime, invece oggi ci sono religiosi che le distruggerebbero, fino a farle scomparire.

C’è davvero da chiedersi allora perché vogliono cancellare il passato?

Forse perché era il tempo in cui si prendevano cura delle anime,dei poveri? E per poveri non intendo solo quelli ridotti sotto il tavolo.

Perché secondo alcuni, la Chiesa è troppo antica e si deve rinnovare?

Ve lo dico io il vero motivo: Perché non sia specchio per il presente. Perché non si possa fare una comparazione, tra ciò che era e ciò che è diventata.

Ma cosa potevano capire della società queste persone senza aver vissuto l’esperienza delle lotte e delle esasperazioni? Senza alcuna consapevolezza ?

Abbiamo a che fare con persone immature, private alla radice del senso della responsabilità , senza una coscienza propria!

E lo si capisce quando devono obbligatoriamente ragionare come gli impone il  Superiore o il Generale! E se per un certo tempo il discorso è filato liscio, chiediamoci perché il Signore sta svegliando così tanto le coscienze…

Mentre essi puntano il dito, solo un popolo ingenuo o interessato, di tutt’altro che del rendere onore a Dio, si raduna intorno a loro, con le pietre in mano, ferocemente motivati a distruggere il fratello!!

Un peccato che i consacrati dovranno pagare amaramente davanti a Dio.

Anche questo fa parte dello scandalo di cui Dio parlava. Gesù gli dice ancora: io vi ho chiesto di rappresentarmi, non di usarmi!

Dov’é il rispetto per l’essere umano? Della sua anima immortale? Di cui tanti si sciacquano la bocca? Questo dovere deve esistere dentro il consacrato egli non può abbassarsi al livello di chi non capisce! Proprio coloro che dovrebbero tenere alle anime, come Cristo, che diede la vita per tutti, si permettono di dissacrarle totalmente, per mantenere le loro posizioni umane, sperando che nessuno si accorga quanto sempre più spesso si immergono nella menzogna.

Ed il popolo, ignorante, crede di difendere la Chiesa, mentre viene usato per compiere autentiche ingiustizie.

E così che l’Ordine Cappuccino urla: noi siamo senza peccato e a gran voce ci tengono a ribadirlo e si circondano della testimonianza di persone che sono così dipendenti da loro e che perciò non avrebbero altre possibilità, che dargli ragione.

È possibile che nessuno capisca questo sottile abuso della credulità, che mettono in campo quando devono combattere il “prossimo ”?

Perché è anche questo che avviene contro Padre Domenico! Non solo devono distruggere Anna, ma devono distruggere lui nel profondo, perché si è permesso di difenderla contro il volere dei superiori.

Per una donnaccia ti sei giocato la reputazione! Gli urlano in coro i santi fasulli. Non è la stessa cosa che hanno pensato i discepoli quando Gesù entrato in casa di Matteo? O quando si è chinato rialzare da terra una “donnaccia”? E si é messo contro una folla con le pietre in mano, pronta a lapidarla? Una donna però che al contrario di Anna, era veramente colpevole, nemmeno questo vi fa riflettere?

E poi li vedete tutti questi ipocriti con il loro seguaci a fare le processioni?

Ma finitela di bestemmiare!!

A chi fate le processioni, al demonio? Che vi incoraggia a sfasciare la vita degli altri, usando il ministero di Cristo che dovrebbe sanare e unire. Essere di parte con persone che non predicano e praticano più l’accoglienza del peccatore ma al massimo l’accoglienza dello straniero, che fa più comodo?

Che può sfruttare il diseredato, che magari può manipolare facilmente per accrescere la magnanimità, mentre pensano esclusivamente alle loro vite?

Perché è cambiato l’Ordine, non è più come una volta!

Non è che non ci fossero peccatori anche nel passato, e di assurdità e manipolazioni psicologiche se ne potrebbero elencare diverse, in un tempo dove le persone non avevano ancora la percezione della loro disumanità omertosamente nascosta, e perciò non si sarebbe mai permessa di giudicarli.

Ma a fare da filtro c’erano i santi, che al contrario di loro riparavano al male commesso, a costo delle loro vite, e delle loro reputazioni che spesso venivano rivalutate solo dopo morti, per essere usate. Ma quello a cui li condannavano per aver fatto di testa loro voi non lo saprete mai!!  Perché non crediate che i santi non hanno dovuto mettersi contro quelli della loro casa per poter attuare quello che oggi voi ammirate.

E molti dei loro santi sono stati perseguitati da loro stessi prima che se ne facessero un trofeo, solo dopo la loro morte!!

Lo stesso padre Pio è un fiorente esempio!! Potranno cercare di nascondere e di cambiare versioni sperando che la gente dimentichi, ma la verità rimane scritta in quei fogli sul tavolo di un pontefice, dove avevano deciso di svestirlo, per non aver obbedito e non aver consegnato ai superiori, il denaro dell’ospedale.

E loro si sono permessi di fare una cripta d’oro, ad un uomo che aveva fatto della povertà, la sua vita, e come lui altri che per non aver avuto “amore” per il denaro sono stati condannati in ogni modo. Quella cripta non lo rappresenta. Lui che si permise di togliere la catenina dalla statua della Madonna dicendo che la Madonna non ne aveva bisogno, ma i poveri si!

E notate come ci hanno tenuto a presentare la versione di un padre Pio che ammoniva ferocemente il laico, per esaltare l’obbedienza, che é stata spesso una vera condanna!! Perché la prima e vera obbedienza noi tutti la dobbiamo a Dio, essa non deve diventare la museruola per frenare lo Spirito dei santi. E nemmeno per manipolare la libertà degli individui. Perché seguire Dio è una scelta cosciente è libera se non fosse così non sarebbe cristianesimo.

Dove non c’è misericordia non c’è giustizia!!

Se avessero avuto la grazia della comprensione, e di quella misericordia tanto sbandierata, che per alcuni è solo uno slogan e niente più, avrebbero dovuto accompagnare Anna con la dolcezza e con un dialogo, partendo proprio dalle sue ferite.

E dopo la reazione, quella paura di finire in per strada che è un terrore osceno, che non auguro a nessuno!!  Perché alla fine questa donna non ha fatto altro che difendersi, a suo modo, secondo le sue capacità, e la sua ingenuità, denigrata dai suoi persecutori in modo disumano. Questi illustri sapienti che notano le virgole e i punti delle vite degli altri, per farli sentire inferiori!!  Se avessero usato un atteggiamento caritatevole non ci sarebbe stata una reazione pubblica.

E che anche se loro cercassero di smentire con tutti i mezzi possibili, ormai la verità ha tracciato un solco indimenticabile.

Non sono i tribunali del mondo, che li assolveranno!!

Alla fine è emerso quello che esiste dentro quest’Ordine e che ha fatto soffrire tante persone.

E guai a parlarne con loro, confidarti sperando di trovare giustizia. Non vogliono sentire discorsi. Perfino la Regola hanno usato come cappio! E con scuse impietose si barricano dietro di essa per non rispondere a nessuno!! Sperano pure che Dio li giustifichi.

L’obbedienza cieca, senza coscienza, senza pietà, senza scendere nel dolore degli altri, lasciando che uno solo decida per tutti, non è simbolo di unità, ma li rende una cosca che distrugge l’onore di tutto il ministero consacrato.

Perché alla fine per colpa di alcuni, tutti saranno accusati dello stesso peccato, è inevitabile, e sono gli stessi superiori che decidono questo!

continua…

Lascia un commento