Persecuzioni: Frate Domenico Costanzo – Un popolo ingrato

Eccoci ancora quà a parlare di un caso che non deve finire nel dimenticatoio che riguarda la scelta eroica di un frate Domenico Giuseppe Costanzo che é stato indotto al termine della sua esistenza all’esilio, e buttato via come inservibile da un Ordine Minore Cappuccino che fa della Carità e dell’ amore un vessillo soltanto all’apparenza.

Per aver sostenuto la difesa di una donna molestata per anni nel convento di San Giovanni Rotondo.

Certo ora le “cagnette” (de André) e tutti i seguaci del convento e affini come nel vociare pettegolo, potranno insorgere contro di loro, questo accentua la  mancanza di qualsivoglia religiosità ed educazione, mentre evidenzia un massiccio fanatismo. Sono sempre a ripetere che chi si sentisse circondato dall’illusione di una pseudo affabilità religiosa, non si illuda di aver trovato la pienezza, i santi sono pochi e non si riconoscono nell’immediato, mentre altri elementi sanno fingere benissimo.

Ci sono ancora anime che non si esimono dall’offrirsi come “vittime” dinnazi a Dio, un termine abusato oggi, ma anticamente descriveva la predisposizione a non perdere un anima, o a desiderare salvare una vita….

Nel nostro caso sembra quasi una grazia, aver scoperto la vera natura di questi religiosi. Il paese che ospita il padre purtroppo, non ha dimostrato nessuna capacità intellettiva atta ad esercitare il beneficio del dubbio, anzi viene pure molestato telefonicamente da consigli osceni di personaggi di malaffare, che cercano di convincere il fraticello ad abbandonare la lotta!!

Come pullulano le fiere intorno ai soldati di Cristo!!

Anime possedute, che credono di poter fare la morale, imboccate da altrettanti dannati senza scrupoli,  si evidenzia ancor di più quanto la radice che esala il dissenso  è malata e i frutti si vedono.

Penso a Padre Pio e a quanto sarà disgustato di vedere come hanno mercificato il  suo corpo e dilaniato la sua spiritualità, ora in mano a gente senz’anima e senza scrupoli!!

E mi addoloro per padre Domenico e altri come lui…

Vi faceva comodo il suo servizio per addolcire le pene della vostra vita,  tutti ad osannare l’operato, ma poi altrettanto veloci ad abbandonarlo nel momento del bisogno…Ricoverato in gravi condizioni quanti lo lasciarono solo?

Paga per non essere stato omertoso!

Fr. Domenico non si è perso, ma voi si!!  Perchè avete sempre abusato del suo ruolo, ecco perchè non lo avete seguito anche nella prova, e non avete compreso il significato di questo gesto, che avrebbe fatto anche per ognuno di voi.  Come non lo capirono  i discepoli nei confronti di Gesù, che andava controcorrente. Quando si chinò a scrivere per terra sfidando tutti quei giusti a lapidare l’adultera che si credevano senza peccato…. e andarono via lasciando le pietre, dal più vecchio… che aveva molte colpe… mentre gli apostoli sgomenti rimanevano impietriti, e timorosi di esporsi, la legge giudaica non era come la nostra finta giustizia , si finiva lapidati per un inezia.

Tanto più per un innocente, Il Signore è presente!!

Il padre può solo chinare il capo e patire, ma i suoi persecutori saranno pesati e non troveranno misericordia davanti al Padre nei Cieli, di quell’anima saranno responsabili in eterno. E cosi sarà di tutti coloro che saranno complici di questa testimonianza letale!!

E la storia si ripete, per tutti coloro che vogliono fare la volontà di Dio. Che vengono immediatamente isolati e diffidati, con una manipolazione mirata in una sempre più ipocrita obbedienza o diciamo le cose come stanno “sudditanza”, che  si conquista il plauso del popolino ignorante che si rende complice forse ignaro di numerosi danni esistenziali.

Il tutto condito da un silenzio e un indifferenza infernale!!

Fasullo Ordine hai perso per l’ennesima volta, vi illudete che nessuno se ne accorga? Ci sarà un tempo che ritornerete ad elemosinare e le porte rimarranno chiuse, come voi ci avete dimostrato… e non  sarà perfetta letizia, ma eterna giustizia!

Infatti merita il fuoco eterno chi lascia ancora qualcosa nelle vostre mani, sporche di sangue, di tanti innocenti. Il tempo è giudice giusto e anche se tardi, lo capiranno tanti altri prima o poi.

E come è vero che non tutti si salveranno per la caparbia presunzione di sapere cosa decidere e cosa pensare, senza nemmeno avvicinarsi alla questione, rimpiangerete di aver nutrito l’orgoglio, al posto della ragione!

Dove sta ora quel popolo di Dio che ti cercava e ti
osannava … (o forse ti usava…)
Come le folle di Gerusalemme al passaggio di Cristo che poi hanno lasciato solo… una vita spesa per loro… e sono scappati…
Avranno pensato:- hai scelto lei al nostro posto…

Non hanno fatto lo stesso con il Signore?

Ma nessuno ha voluto
ascoltare il tuo grido di giustizia,
hanno paura di cosa dice la gente.
I farisei sono sempre gli stessi, si rivelano i traditori di sempre.
Ma cosa racconteranno a Dio per essersi vergognati della Verità?
A chi innalzano preghiere, comunioni e confessioni?
In questo modo dimostrano che preferiscono saziare l’apparenza
di una fede che non hanno !!! Come possono ancora
banchettare con chi farebbe carte false per coprire la verità?

Lo avete abbandonato e vi siete abbandonati .

Se aveste avuto fede infatti avreste capito,  invece continuate a complottare
e vi siete persi insieme ai suoi carnefici …

G.M.

 

Lascia un commento